Friggitrice ad aria: come funziona e opinioni

Le friggitrici ad aria sono macchine che permettono di friggere con il calore dell’aria anziché con quello dell’olio come avviene con le classiche friggitrici. Il lento ma costante successo che le friggitrici ad aria stanno ottenendo è dovuto principalmente a tre fattori:

  1. sono molto facili da pulire perché non si imbrattono d’olio;
  2. funzionano senza la necessità di utilizzare litri di olio;
  3. cuocendo i cibi attraverso il calore dell’aria li rende più salutari

Friggitrice ad aria opinioni

Utilizzando personalmente una friggitrice ad aria Royalty Line da alcuni mesi, posso aggiungere un altro vantaggio: il risparmio energetico. La cottura dei cibi avviene in modo veloce, a volta bastano 5 minuti alla massima temperatura. Considerando che in una friggitrice ad aria si può cucinare di tutto e non solo le patatine fritte, come inizialmente ero portato a pensare, il vantaggio è davvero enorme.

Ultimo aggiornamento il 9 Dicembre 2019 21:04

Infatti dopo le prime settimane di utilizzo per cucinare solo patatine, ho pensato di provare con una pizza. Sembrava un’idea bizzarra ed invece il risultato è stato spettacolare: dopo appena 20 minuti era pronta! Rispetto al forno non ha necessità di essere riscaldato in precedenza. Inoltre riscaldare un intero forno non è in termini di consumo energetico paragonabile a riscaldare una piccola friggitrice.

Si potrebbe dire che anche un forno a microonde impiega poco tempo, ma sappiamo che ci sono perplessità legata al suo funzionamento. In questo caso invece parliamo semplicemente di aria calda.

Sono molte le persone che per diversi motivi non possono mangiare frittura, la friggitrice ad aria permette loro di poter tornare ad assaporare cibi che erano loro preclusi.

Friggitrice ad aria come funziona

La frittura classica a cui siamo tutti abituati, si deve alle alte temperature che l’olio riesce a raggiungere, rendendolo un vettore di calore e permettendo la cottura. Nelle friggitrici ad aria l’olio viene sostituito dall’aria la quale viene portata all’interno del macchinario ad una temperatura ideale mentre circola a gran velocità dentro il cestello della friggitrice. Gli alimenti, la cui cottura risulterà così sempre uniforme, saranno letteralmente travolti da una sorta di uragano d’aria bollente (la temperatura raggiunta infatti è pari a circa 200°).

Piccola informazione di servizio: se proprio non sapete resistere al sapore dell’olio, potrete spennellare o condire il vostro alimento subito dopo la cottura o, in alternativa utilizzare, anche in relazione alla ricetta da portare a termine, un cucchiaio di olio da introdurre nell’apposito alloggio dell’elettrodomestico in questione (quantitativo comunque di gran lunga inferiore rispetto agli standard normalmente richiesti).

Friggitrice ad aria: conviene?

Ce lo chiedevamo già inizialmente: conviene acquistare una friggitrice ad aria? Non è raro leggere che gli svantaggi utilizzando questo tipo di macchinari sono essenzialmente legati alla voce “consumo energetico” visto che scaldare l’aria sino a raggiungere i 200° significa sfruttare per un discreto periodo di tempo un motore la cui potenza oscilli tra gli 800 ed i 2000 Watt. Come ho già scritto non sono d’accordo. La cottura inizia nel momento stesso in cui accendiamo la macchina, non c’è bisogno di riscaldarla precedentemente come avviene per un forno o per una friggitrice ad olio in cui l’olio appunto deve friggere prima. A questo aggiungiamo che non è necessario utilizzare l’olio.

Ai suddetti svantaggi corrispondono infatti molti vantaggi. Innanzitutto la friggitrice ad aria è una sorta di piccolo 2 in 1 in quanto può anche sostituire in tutto e per tutto il forno elettrico. Il suo impiego tra l’altro, in qualsiasi configurazione si decida di utilizzarla, è semplice ed intuitivo così come del resto è facile la manutenzione e la pulizia di questo macchinario.

In ultimo sappiate che l’innovativo metodo per la frittura qui proposto consente di mangiare con gusto ma senza ingozzarsi di grassi e calorie nonché di evitare che per casa si diffonda il tipico e persistente odore di frittura.

Inoltre mentre si possono utilizzare le friggitrici ad olio solo per cibi che si cucinano immersi nell’olio, con la friggitrice ad aria si ha a disposizione un quasi infinito elenco di specialità. Non solo patatine fritte o pizza di cui ho già scritto ma ho anche preparato melanzane e zucche gratinate con formaggio (vedi foto), bruschette e tanto altro ancora.

Zucca

Come scegliere la friggitrice ad aria: le caratteristiche ideali

Bene, se a questo punto vi siete convinti ad acquistare una friggitrice ad aria, dato che si tratta di un elettrodomestico tutto sommato abbastanza innovativo e sui cui sono in pochi a poter vantare una certa competenza, abbiamo pensato che potesse tornarvi utile una piccola guida relativa alle caratteristiche che questo macchinario dovrebbe possedere per poterne apprezzare a pieno le funzioni.

Iniziamo allora col dire che in genere la struttura di una friggitrice ad aria è molto simile a quella di un elettrodomestico ad olio ma la sua apertura può essere a cassetto o a libro.

Le sue parti, soprattutto nel caso dei prodotti di migliore fattura, sono estraibili o facilmente smontabili in modo da poter meglio effettuare le pulizie successive all’utilizzo.

Importante è poi che il dispositivo sia in grado di assicurarvi temperature pari a 200°, regolabili in funzione del cibo da cuocere e raggiungibili al massimo nell’arco di 3 minuti.

Un’altra caratteristica che una buona friggitrice ad aria dovrebbe possedere è il cestello dalle dimensioni più adeguate alle proprie esigenze (esistono contenitori dalle capacità differenti, spetta a voi scegliere quello che fa al caso vostro).

E per quanto riguarda i prezzi? Beh, per un buon prodotto si va in media dalle 100 alle 200 euro: diffidate quindi degli articoli eccessivamente economici e non lasciatevi abbindolare da chi vi proponesse prezzi superiori a questo range.

Friggitrice ad aria vs forno ventilato

La domanda a questo punto sorge spontanea: perché acquistare una friggitrice ad aria quando esistono dei forni ventilati capaci di friggere gli alimenti senza per questo ricorrere a condimenti grassi? Beh, i motivi sono essenzialmente due: la friggitrice risulta sempre più semplice e veloce da pulire ed il cibo qui cucinato è comunque più salutare rispetto agli standard raggiunti in forno.

Certo, i consumi di quest’ultimo, impostando la temperatura intorno ai 180° dovrebbero oscillare tra gli 800 ed i 1500 kWh. In questo caso quindi la friggitrice risulta più conveniente soltanto se i tempi di cottura non sono poi eccessivi.

Chi vince allora? Diremmo la friggitrice ad aria per il semplice motivo che risulta in generale più pratica e meno dannosa per la linea e che, a fronte di un consumo lievemente superiore, i tempi di cottura sono in genere più stringati riequilibrando quindi la situazione. Poi, ovviamente, entrano in gioco anche i fattori gusto e preferenza individuale, ma questa è tutta un’altra storia…

Dove comprarla

Oltre al modello in mio possesso vi propongo la friggitrice ad aria con il simbolo Amazon’s Choice, che contraddistingue i prodotti che beneficiano di recensioni positive, di un prezzo competitivo e di una spedizione veloce.

88,82€
129,99
disponibile
21 nuovo da 85,78€
3 usato da 68,81€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 9 Dicembre 2019 21:04