Lampade riscaldanti da esterno

Negli ultimi anni molti locali si sono indirizzati sulle lampade riscaldanti da esterno, in modo da rendere alcune zone chiuse in alcuni periodo dell’anno utilizzabili più a lungo. In alternativa, molte aziende le utilizzano anche come sostituto di altre tipologie di impianto, perché meno costose e più pratiche da utilizzare. Come funzionano nello specifico? Andiamo a vedere nel dettaglio.

Funzionamento delle lampade riscaldanti

Come principio generale queste lampade non si basano sul sistema classico della convenzione, ma bensì su quello dell’irraggiamento. In pratica, a essere riscaldata non sarà l’aria circostante in cui sono utilizzate, ma bensì gli elementi che sono presenti nel loro raggio di azione. Questo avviene tramite l’utilizzo dei raggi infrarossi.

In questa tipologia di lampade speciali, i vettori che si occupano di trasferire il calore sono elementi essenziali, senza di essi non potrebbe essere prodotto un risultato altrettanto performante. Le onde prodotte saranno esclusivamente assorbite dalla materia solida e non dall’aria come avviene nel comune sistema di riscaldamento.

In parole semplici, saranno gli elementi fisici presenti nella zona in cui le lampade operano ad essere riscaldati, perché l’irraggiamento che queste lampade producono si trasforma successivamente in calore. Ciò avviene quando esso entra in contatto con una fonte di freddo (una persona, una parete oppure semplicemente un oggetto).

Uno dei grandi vantaggi che si ottengono quando si utilizzano queste lampade, è che si riduce l’umidità classica prodotta dal riscaldamento. Inoltre, tutte le persone o gli oggetti che vengono investiti dal raggio di luce prodotto da queste lampade, arrivano ad una temperatura ideale di circa 20 gradi centigradi.

Lampade riscaldanti: tipologie in commercio

Adesso entriamo nel dettaglio, vediamo quali sono le migliori lampade riscaldanti da esterno che al momento si trovano sul mercato:

Oasi – Radialight

Il sistema di riscaldamento che utilizza la lampada riscaldante Oasi, è quello della doppia via, ovvero calore diffuso e infrarossi a bassa luminosità. Questo fa in modo che le onde infrarosse prodotte da questa lampada siano a bassa luminescenza e garantisce negli ambienti ove si colloca un comfort assicurato e un’atmosfera egregiamente calda.

Uno dei punti di forza, è senza dubbio la possibilità di controllare singolarmente tutte e 6 le luci che produce la lampada Oasi, quindi regolando a piacimento la luminosità. Non solo, per controllare tale sistema non servirà essere esattamente davanti, in quanto regolato da un efficiente e ottimo wireless che permette il controllo a distanza.

Lampada a infrarossi Varmatec

Una delle migliori in circolazione. Non richiede di essere accesa prima per avere l’effetto riscaldante, ma sarà già operativa non appena messa in funzione. I costi per la sua installazione sono molto bassi, oltre a essere garantito il suo funzionamento in merito alla resistenza e all’isolamento dall’acqua, la durata prevista è di ben 6.000 /7.000 ore.

Thermologika – Vortice

Tale lampada è stata progettata e realizzata per essere perfetta negli ambienti esterni, e si tratta di un articolo disponibile in due varianti: una predisposta all’installazione orizzontale sulla parete, l’altra per essere installata anche verticalmente, ciò aiuta nel caso non si abbia abbastanza spazio per installarla.

Write a Reply or Comment

Your email address will not be published.