Centralina irrigazione: risparmia acqua ed energia elettrica

La centralina per l’irrigazione serve per avere un impianto di irrigazione automatico. E’ indispensabile per tenere curati e sempre verdi giardini e orti ma anche terrazzi e balconi.

Chi ama le piante ed il verde sa bene quanto sia importante innaffiare con regolarità la terra affinché fiori e ortaggi risultino sempre freschi e in salute. L’irrigazione manuale è faticosa e a volte manca proprio il tempo di dedicarsi a questa attività. Il risultato potrebbe essere un prato trascurato e in sofferenza.

Con l’installazione di un programmatore per l’irrigazione tutti i problemi si risolvono e si potrà dedicare parte del tempo impiegato per innaffiare ad altre attività in casa o all’aperto. Un sistema di irrigazione di questo tipo è utilissimo anche nel caso ci si assenti da casa per un periodo perché preimpostando le funzioni l’innaffiatura sarà automatica.

Funzionamento

Esistono centraline molto diverse fra loro, da interno o da esterno, con funzione timer, che funzionano attraverso computer e rete wi-fi. Tutte hanno però in comune determinate funzioni prima fra tutte quella di automatizzare l’impianto e programmarlo. Si possono impostare gli orari di accensione e la durata del ciclo di irrigazione.

Tra le funzioni accessorie più diffuse c’è quella di dividere l’impianto irriguo in diverse zone. La centralina può essere a 4 o 6 zone in modo da poter irrigare i vari settori in tempi e modi differenti a seconda delle necessità. Un’altra caratteristica importante che hanno molti programmatori è il sensore pioggia che interrompe l’irrigazione in caso di precipitazioni.

Le centraline di ultima generazione offrono funzioni ancora più avanzate. Possono essere programmate dagli smartphone e dai tablet attraverso le app usando il bluetooth o il wi-fi. Esiste la possibilità di collegare la centralina anche con le centrali metereologiche in modo che essa scarichi le previsioni meteo e regoli in base ad esse l’irrigazione.

Tipologie e caratteristiche

Prima di acquistare una centralina per l’irrigazione è meglio informarsi circa le varie tipologie e conoscerne i parametri.

Centralina irrigazione da interno

Il programmatore da interno è composto da materiali non resistenti alle intemperie e agli agenti atmosferici. E’ predisposto per essere installato in un locale chiuso come il garage ma anche sotto un portico o nel capanno per gli attrezzi. Le centraline di questo tipo devono essere collegate alle elettrovalvole per irrigazione che si aprono e si chiudono su input della centralina stessa.

Centralina irrigazione da esterno

La centralina da esterno è costituita da materiali idrorepellenti che ben resistono a temperature molto alte e molto basse e si possono quindi posizionare all’aperto. Hanno una lunga durata ma spesso devono essere cablate perché il trasformatore deve necessariamente essere al coperto. Solitamente sono dotate di una chiave di chiusura che le protegge da eventuali manomissioni di persone non autorizzate alla gestione.

Centraline irrigazione a batteria

I programmatori o timer per l’irrigazione a batteria vengono utilizzati principalmente per impianti medio piccoli. Sono facili da usare ed economici. La loro portata è ridotta rispetto alle altre centraline, essendo pari a circa 30 – 40 litri al minuto.

Si possono usare sia all’esterno che all’interno ma siccome non sono stagne è sempre meglio collocarle in zone riparate oppure proteggerle adeguatamente se si mettono all’aperto. Quando le batterie sono esaurite la centralina segnala con una spia che vanno sostituite.

Display e comandi

Oltre alle funzioni timer, sensori e settori di cui abbiamo già parlato una buona centralina deve avere un display leggibile, chiaro e abbastanza grande. I modelli più all’avanguardia al posto dei classici pulsanti hanno uno schermo touch screen. Inoltre alcuni display sono più intuitivi di altri e sono dotati di retroilluminazione in modo da poter operare anche con condizioni di scarsa visibilità.

Connettività wi fi

Una delle funzioni più apprezzate delle centraline da irrigazione più moderne è sicuramente la possibilità di gestirle in remoto. La connessione wi-fi permette infatti di operare a distanza, programmando accensione e spegnimento e di cambiare i programmi impostati.

Quanto costano le centraline da irrigazione

Le centraline da irrigazione hanno prezzi diversi in base alle loro caratteristiche e alla tipologia. A determinare il costo anche la marca, la qualità dei materiali e le funzioni più o meno avanzate.

Le centraline da interno hanno prezzi che variano dai 30 euro per quelle a 4 zone economiche agli oltre 200 euro per un programmatore wi-fi modulare. Per le centraline da esterno si parte da circa 80 euro per arrivare fino ai 250 di una centralina outdoor wi-fi a 12 stazioni che si collega alla stazione meteo. Le centraline da irrigazione a batteria sono molto più economiche. Il costo di un timer base senza display è di circa 20 euro mentre sono sufficienti 50 euro per un programmatore bluetooth di ultima generazione.

Sul mercato sono disponibili diverse tipologie di centraline di irrigazione. Ti consiglio questo modello oppure vedi le recensioni di tutte le altre centraline per irrigazione presenti su Amazon e scegli quella più adatta alle tue esigenze:

Hunter elc-601i – Programmatore di irrigazione, 6 stazioni, per InterniHunter elc-601i – Programmatore di irrigazione, 6 stazioni, per Interni

.