Resa termica dei radiatori: come calcolarla?

Installare un radiatore troppo piccolo in una stanza grande può risultare un errore che porta ad evidenti fastidi nel tempo. Prima di scegliere è dunque fondamentale calcolare la resa termica radiatori per poter riscaldare le stanze della casa nel miglior modo possibile.

Per fare bene i calcoli è bene sapere che la resa termica di un radiatore è data dai seguenti fattori:

  • Il grado di isolamento termico dell’intera abitazione
  • La temperatura che si desidera raggiungere in ogni stanza
  • Il volume preciso di ogni stanza
  • L’utilizzo effettivo di ogni singola stanza

Per fare questo sono necessari una serie di calcoli precisi.

Resa termica radiatori: come fare i calcoli giusti per non sbagliare

E’ bene munirsi di penna, foglio e calcolatrice per evitare errori dettati dall’approssimazione.

Prima di tutto va calcolato il volume della stanza che si intende analizzare. Per farlo bisogna moltiplicare lunghezza, larghezza ed altezza della stessa.

Dopo è necessario stabilire la temperatura che si desidera raggiungere nella stanza, questo considerando che ogni ambiente ha una temperatura diversa. Bisogna considerare che la resa termica del radiatore ha un aumento pari al 10% ogni 2° in più.

A questo punto basta moltiplicare il volume della stanza per i watt relativi della temperatura stabilita per quella stanza.

Parlando poi del primo fattore sopra elencato, la resa termica dei radiatori tende ad aumentare del 15% in caso di abitazione non isolata adeguatamente a livello termico. In caso contrario la resa si abbassa fino al 10%. Alcuni accorgimenti, poi, evitano di ridurre la potenza termica dei radiatori. Ad esempio è bene evitare di appoggiare mobili sui radiatori o di coprire gli stessi con le tende. In questo caso tutta l’impegno messo nel fare i giusti calcoli diventerebbe vano.

Potenza termica radiatori: come scegliere quelli giusti

Scegliere il giusto radiatore significa anche risparmiare sulla bolletta, questo perché si evitano sprechi di calore. Non è raro, infatti, che vengano recapitate fatture importanti dai fornitori di energia proprio a causa di questo problema. Nella scelta del radiatore perfetto bisogna sempre considerare sia la resa termica sia le caratteristiche specifiche della stanza nella quale deve essere installato il radiatore.

Ogni stanza della casa, infatti, richiede temperature ed orari diversi. Il bagno solitamente deve essere più caldo, intorno ai 24°, la mattina rispetto alla sera, vale il contrario per la camera da letto che dovrebbe avere sempre una temperatura pari o inferiore ai 18° per motivi di salute.

La cucina, ad esempio, può mantenersi intorno ai 20° in quanto si tratta di una stanza già esposta al calore dei fornelli e del forno. Stanze come salotto e studio hanno solitamente una temperatura di 22° per mantenere un calore adeguato e, di conseguenza, un ambiente molto confortevole per tutto l’arco della giornata. La potenza termica dei radiatori, però, da sola può non bastare per avere un’abitazione calda e confortevole. Fondamentale anche il parere di un esperto per stabilire il luogo migliore per l’installazione di ogni radiatore