Equivalenze lumen watt per capire come illuminare una stanza

Quando ci si appresta ad acquistare una lampadina, specialmente dal momento in cui sono entrate in commercio le lampade a risparmio energetico, la domanda che ci si pone è quanti watt servono per illuminare una determinata stanza. Per capire a fondo questa differenziazione, entreremo nel dettaglio delle tre unità di misura: watt, lumen e lux.

Equivalenze lumen watt

Prima di entrare nel merito dell’articolo, ecco la corrispondenza tra lumen e watt:

450 lumen corrispondono a 40 watt.

800 lumen corrispondono a 60 watt.

1100 lumen corrispondono a 75 watt.

1600 lumen corrispondono a 100 watt.

Vediamo adesso come comportarsi per illuminare le stanze a seconda del loro utilizzo.

Quanti watt servono per illuminare una stanza

Tornando al nostro argomento principale, vediamo come fare per calcolare quanti watt servono per illuminare una stanza specifica. Innanzitutto, per fare questa scelta si deve cominciare dai lux indicati sulle confezioni delle lampadine. In pratica è un calcolo dell’intensità consigliata al metro quadro.

La prima considerazione da fare è in merito all’utilizzo della stanza facendo queste due considerazioni: se non serve una visibilità perfetta, si può optare per un coefficiente che si attesti tra i 150 e i 200 lux. Se invece si deve illuminare una stanza che è adibita a zona studio, serve un coefficiente che sia pari o superiore ai 300 lux.

Lux e stanze

Ecco un elenco da seguire come media generale per il coefficiente di lux in base alla stanza:

  • Camera da letto: tra 100 e 150 lux
  • Bagno: 150 lux
  • Soggiorno: 200 lux
  • Garage: 100 lux
  • Zona adibita a studio: tra 300 e 400 lux
  • corridoio e vano scale: 150 lux
  • cucina: 350 lux

Se si vuole conoscere invece quanti lumen servono per illuminare una stanza, basterà moltiplicare i lux per la metratura specifica della stanza. Conoscendo i lumen ci si potrà concentrare su quelli che sono i consumi e individuare i watt necessari per illuminare una stanza.

Watt, lumen e lux

Abbiamo parlato di watt, lumen e lux, ma cosa sono nello specifico? Entriamo nel dettaglio per saperne di più:

  • Watt: questa unità di misura sappiamo che sta ad indicare la potenza, in merito ad una lampadina si può dire che rappresenti il consumo energetico della stessa, anche se non è un’affermazione propriamente esatta. Ad ogni modo, anche quando erano in commercio le lampadine ad incandescenza, questa era la principale unità di misura su cui basavamo la nostra scelta.

Siccome ad oggi vi sono tecnologie diverse in merito alle lampadine, vedi quelle a risparmio energetico e quelle a led, è stato necessario introdurre anche i lumen e i lux. Infatti, non tutte le lampadine a parità di watt hanno lo stesso consumo, a determinarlo è infatti la tecnologia specifica.

  • Lumen e lux: dicendo che i lux misurano l’illuminamento e i lumen misurano il flusso luminoso, chi non ha esperienza nel settore non coglierà la differenza. In realtà c’è, perché il calcolo dei lumen per illuminare una stanza dipende esattamente sia dai lux (illuminamento) sia dalla superficie totale che si desidera illuminare.

Attraverso tutte queste informazioni si potrà avere il valore esatto di tutte e tre le grandezze, che sono poi necessarie alle nostre esigenze di illuminazione per ogni stanza.