Migliori caricabatterie portatili ad energia solare      

Volete mettere d’accordo tecnologia ed attenzione per l’ambiente? Vi piace poter contare sempre sul vostro smartphone senza per questo precludervi la possibilità di andare in giro o di allontanarvi dalle fonti di energia elettrica? Bene, la soluzione c’è e si chiama caricabatteria ad energia solare.

Migliore caricabatteria solare

Di seguito troverete una piccola selezione di apparecchi da tenere in seria considerazione prima di fare un acquisto, selezionati in base alle recensioni lasciate da chi li ha già acquistati.

  • Bonbell – Solar Power Bank 10000mAh
  • Tssibe – Caricabatterie Portatile 24000mAh
  • RAVPower – Caricabatterie Solare Portatile
  • Hiluckey – Caricabatterie Solare 24000mAh Portatile
  • OUTXE – Ricarica Rapida 24000mAh

Vediamoli uno per uno in dettaglio e successivamente troverete una guida relativa alle caratteristiche che i migliori caricabatterie ad energia solare devono possedere per potersi definire tali.

Bonbell Solar Power Bank 10000mAh

Il caricabatterie Bonbell garantisce all’utente 10 mila mAh di energia pulita. L’oggetto è concepito per non danneggiarsi a contatto con l’acqua e per sopportare invece polvere ed urti.

Nel package sono poi inclusi un moschettone, un cavo USB, un caricatore ed una bussola di emergenza. L’oggetto in questione dispone inoltre di una doppia porta USB generalmente compatibile con la maggior parte dei cellulari e dei tablet più diffusi.

In ultimo l’oggetto può, all’occorrenza, fungere da torcia grazie alle due potenti lampadine led integrate. Il power bank in questione offre ottime prestazioni e non ha un costo proibitivo; insomma, si tratta di un acquisto consigliato!

Ultimo aggiornamento 14 novembre 2018 14:53


TSSIBE Caricabatterie Portatile Solare

Questo caricabatterie solare è davvero capace di produrre ed incamerare grossi quantitativi di energia pulita: la sua potenza infatti è pari a 24 mila mAh. Praticissimo, grazie alle 4 porte USB, alla batteria esterna ed ai 2 led integrati, consente di ricaricare sino a due dispositivi contemporaneamente.

L’oggetto gode poi di certificazione CE ed è quindi utilizzabile in tutta sicurezza: TSSIBE è stato progettato per andare in protezione nel caso in cui si manifesti pericolo di sovraccarico e cortocircuito.

Unica pecca: il design non è dei migliori e l’oggetto non è proprio leggerissimo. In compenso è possibile caricarlo praticamente con qualsiasi genere di cavo.

Ultimo aggiornamento 14 novembre 2018 14:53


RAVPower Caricabatterie Solare Portatile

RAVPower è un powerbank di ultima generazione. I suoi pannelli solari da 24 W offrono all’utente un’efficacia di ricarica stimata tra il 21,5% ed il 23,5%. In sostanza, l’accumulatore pur essendo compatto e maneggevole, è capace di erogare un grosso quantitativo di energia.

L’oggetto poi è stato dotato di 3 porte USB programmate per obbedire ai dettami della tecnologia iSmart, ossia per riconoscere l’esatto dispositivo che gli viene collegato ed erogare quindi  in automatico il giusto quantitativo di energia.

Impermeabile, munito di cavi USB e moschettoni vari, si tratta di un acquisto sicuramente consigliabile dal bel design (è persino pieghevole) e molto pratico da utilizzare venduto ad un prezzo niente male!

Ultimo aggiornamento 14 novembre 2018 14:53


Hiluckey Caricabatterie Solare

24 mila mAh di energia pura concentrati in un unico dispositivo portatile: comodo, no? Hiluckey si avvale di ben 3 pannellini solari impermeabili e pieghevoli per accumulare tanta di quella carica da poter riportare in vita, per così dire, il vostro smartphone per almeno 10/12 volte consecutive.

La presenza di un numero maggiore di pannelli serve a garantire all’utente un’alta velocità di accumulo. L’oggetto inoltre è stato studiato per spegnersi automaticamente ogni qualvolta ci sia il pericolo di un cortocircuito o di un sovraccarico. Si tratta in sostanza di un prodotto consigliatissimo, ancora più apprezzabile se si considera l’ottimo rapporto qualità-prezzo che lo contraddistingue.

Ultimo aggiornamento 14 novembre 2018 14:53


OUTXE Ricarica Rapida 24000mAh

Il powerbank Outxe ha una potenza di 24 mila mAh, è del tutto impermeabile ed è forse uno dei più ecologici sul mercato: non soltanto produce energia pulita, ma è realizzato in gomma siliconica ecologica antiscivolo e refrattaria all’acqua.

Capace di ricaricarsi e ricaricare molto più velocemente rispetto a tanti altri dispositivi sul mercato, è facile da trasportare e dotato di torce d’emergenza, pannellino da 2 W da utilizzare in caso di necessità e moschettone. Molto bello il design.

In linea di massima è possibile affermare che, visto anche il costo più che abbordabile del prodotto, si tratta di un oggetto da acquistare senza rimpianti.

Ultimo aggiornamento 14 novembre 2018 14:53


Caricabatterie ad energia solare: come funzionano?

No, non si tratta di un trucco da alchimista, ma di una magia nata dalla simbiosi tra scienza e natura. Il caricabatteria ad energia solare è infatti un oggetto tanto utile quanto pratico che, per funzionare, non necessita di altro se non di qualche ora di esposizione ai raggi solari; più semplice di così!

Il portentoso gingillo, durante questo lasso di tempo, immagazzinerà tutta l’energia proveniente dal sole convertendola in carica elettrica da immagazzinare e  dispensare all’occorrenza. Tutto ciò è possibile grazie all’utilizzo di pannellini solari monocristallini.

L’applicazione di questo oggetto è chiara come il sole (è proprio il caso di dirlo): dare modo all’utente di avere sempre con sé una riserva energetica da utilizzare, tramite un cavo USB, per alimentare telefonini, PC e quant’altro. Questi dispositivi infatti, sempre più spesso chiamati a fornire altissime prestazioni e perennemente in uso, tendono a scaricarsi continuamente e, soprattutto, nei momenti meno opportuni. Il caricabatterie ad energia solare è, in tal senso, una soluzione pratica, gratuita ed ecologica.

La domanda più ovvia, ma non per questo banale, che in molti si porranno a questo punto è: cosa fare quando piove o minaccia maltempo? Nel caso in cui se ne abbia la necessità è comunque possibile caricare l’accumulatore sfruttando l’elettricità o un PC in funzione: esso infatti è in grado di raccogliere energia anche sfruttando le modalità più classiche, per così dire…

Perché comprare un caricabatterie ad energia solare?

I vantaggi che il possesso e l’uso di questo dispositivo possono dare all’utente sono parecchi. Partiamo dalle ovvietà: siete degli irriducibili vacanzieri? Mare e montagna sono per voi delle mete irrinunciabili? Bene, potrete godervi le vostre gite fuoriporta senza avere l’assillo di caricare il cellulare: una volta che avrete con voi il gingillo di cui sopra, potrete usarlo anche per 5 volte prima che esaurisca la sua carica. Ciò significa che voi ed i vostri amici sarete praticamente coperti per un’intera giornata anche in zone in cui trovare una presa è più difficile che centrare un terno al lotto.

Adesso tirate fuori la calcolatrice e fate bene i conti: sapendo che potenzialmente, grazie all’uso del caricabatteria ad energia solare, non dovrete attaccare alla spina il vostro cellulare per almeno una settimana e che tutta la carica che in questo lasso di tempo utilizzereste per alimentarlo è stata ottenuta gratuitamente, quanto risparmiereste sulla bolletta?

Oppure ancora: avete dei figli adolescenti che usano la solita vecchia scusa del cellulare scarico per stare fuori qualche minuto in più rispetto all’orario imposto? Bene, grazie a questo dispositivo ciò non accadrà più!

In ultimo: siete degli irriducibili ambientalisti, avete a cuore le sorti del nostro mondo e siete convinti che elettricità, petrolio e quant’altro sono ormai storia vecchia? Bene, quale altro modo conoscete per dimostrare ai vostri conoscenti che non siete dei sognatori o dei visionari?

Come scegliere un caricabatterie ad energia solare: le caratteristiche

Partiamo da un presupposto: star dietro alla tecnologia, green o meno che essa sia, ed accaparrarsi sempre il prodotto più innovativo sul mercato è un po’ difficile: richiede denaro, passione e molta competenza (oltre che tanto tempo libero).

Se non amate aggiornarvi continuamente sui progressi della scienza, preferite sempre acquistare degli oggetti capaci di garantirvi delle alte prestazioni al momento attuale, sarete sicuri che essi potranno essere utilizzati senza molte difficoltà anche negli anni seguenti. Un discorso del genere vale anche per i caricabatterie ad energia solare: comprate un top di gamma e, statene certi, ammortizzerete i costi in brevissimo tempo.

Fatta questa necessaria premessa, vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche che un accumulatore di energia solare, a prescindere dalla marca e dal modello, deve assolutamente possedere per rivelarsi un vero affare.

Adattabilità

Quali sono le effettive necessità di chi acquista l’apparecchio? Cosa si intende ricaricare e con quale frequenza? A queste domande, ovviamente, può rispondere soltanto l’utente.

In relazione alle risposte fornite però sarà più utile comprare un dispositivo dotato di una o più porte USB, capace di accumulare più o meno potenza e, conseguentemente, di erogarla in simultanea ad un certo numero di apparecchi.

Insomma, rispondere a questi quesiti significa avere già un primo orientamento  circa l’acquisto del prodotto e delle caratteristiche ricercate.

Potenza (in uscita)

Una volta spiegato quale sarà l’effettivo utilizzo dell’attrezzo in questione, sarà possibile definire il numero di ampere che il caricabatteria dovrà possedere. In generale è possibile affermare che se il vostro dispositivo servirà essenzialmente a ricaricare tablet e cellulari di ultima generazione, è sufficiente che esso abbia la capacità di trasferire ai dispositivi almeno 2 ampere all’ora.

In linea di massima è possibile valutare la potenza anche in Watt, ma tale unità di misura, almeno in questo caso, è meno rilevante. Chiaramente però più alto sarà il wattaggio, maggiore sarà la potenza del caricabatterie.

Maneggevolezza e praticità

Questo dispositivo è stato pensato per poter viaggiare insieme al suo proprietario. E’ chiaro quindi che, a meno che non vogliate dover ricaricare anche le vostre di energie, dovrete scegliere un oggetto sufficientemente leggero e compatto, facile da trasportare e poco ingombrante.

Evidentemente ciò è vero soprattutto se si ha intenzione di utilizzare il dispositivo durante escursioni, campeggi ed attività sportive. In questo caso concentratevi su un oggetto dal peso massimo di un chilo.

Diversamente, se lo ritenete effettivamente necessario, acquistate modelli più performanti ma indubbiamente più pesanti.

Accessori

Gli accessori a volte possono fare la differenza. Un buon prodotto indubbiamente fornisce all’utente anche i cavetti necessari per effettuare le operazioni di ricarica.

In molti casi può essere utile cercare di abbinare o trovare un package includente anche delle batterie esterne che assicurino la possibilità di ricaricare i propri dispositivi quando minaccia maltempo.

A volte infine può essere utile fare incetta anche di spinotti oppure di adattatori USB. A proposito: privilegiate sempre dei modelli che abbiano più porte USB in maniera tale da garantirvi la possibilità di caricare simultaneamente più oggetti.

Polivalenza d’uso

Avete già pensato a dove terrete il dispositivo mentre, durante un’escursione in montagna, cercherete di ricaricarlo?

Sappiate che ormai è possibile acquistare dei modelli tascabili, facili da appendere a zaini, cinture e marsupi.

Esistono poi delle sacche studiate ad hoc per contenere l’apparecchio e tutti i suoi cavi mentre sta caricando i vostri dispositivi: in questo modo potrete ripararlo dalle intemperie.

Tecnologia

In ultimo, prima di acquistare il vostro caricabatterie solare nuovo di zecca, rispondete in tutta sincerità: che rapporto avete con la tecnologia? Se siete dei geni incompresi saltate il paragrafo e andate in negozio.

Se invece avete qualche limite, assicuratevi di acquistare uno dei modelli più intuitivi che il mercato abbia da offrirvi.